BONUS EDILIZIA e SISMA BONUS: conferme e novità per il 2018

Continuando la panoramica sulle novità introdotte dalla Legge di Stabilità per il 2018, ci soffermiamo oggi sul cosiddetti “Bonus edilizia” e “Sisma bonus”.

PROROGA “BONUS EDILIZIA”

(art.1,co.3, lett.b, n.1)

Viene prorogato il potenziamento della detrazione IRPEF per il recupero delle abitazioni (cd. 36%) che, quindi, si applicherà ancora nella misura del 50% per le spese sostenute sino al 31 dicembre 2018, da assumere entro il limite massimo di 96.000 euro.

La proroga a tutto il 2018 dovrebbe riguardare anche la detrazione del 50% per l’acquisto di abitazioni facenti parte di edifici interamente ristrutturati da imprese (detrazione da applicare sul 25% del prezzo d’acquisto, sempre nel massimo di 96.000 euro). Resta fermo il recupero in 10 anni della detrazione spettante.

MODIFICHE AL “SISMABONUS”

(art.1,co.3, lett.b, n.2)

Per quanto riguarda la detrazione IRPEF/IRES delle spese sostenute per interventi di messa in sicurezza statica delle abitazioni e degli immobili a destinazione produttiva, situati nelle zone ad alta pericolosità sismica, nella formulazione già vigente, le novità riguardano:

  1. l’estensione del beneficio anche agli interventi effettuati da IACP e da altri enti aventi le medesime finalità (tra cui rientrano le cooperative di abitazioni a proprietà indivisa, assegnate ai soci),
  2. l’attribuzione del monitoraggio all’Enea, laddove gli interventi di messa in sicurezza statica consentano di ottenere anche un risparmio energetico.

 

Questo sito utilizza cookie tecnici che ci aiutano a migliorare la tua esperienza di navigazione e cookie analitici di terze parti. Per saperne di più consulta la nostra cookie policy.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi